Sinora non è stato possibile appurare la presenza in Gallura dell’uomo nelle ere paleolitiche com’è successo nella vicina Anglona, ove sono presenti resti di presenza umana risalente al periodo clactoniano, ossia fra i 100 000 e 500 000 anni fa e oltre. E’ assai probabile comunque che anche qui siano presenti tracce del Paleolitico data la facilità di ricovero delle coste galluresi e dell’entroterra e considerando anche la Gallura, tramite l’Arcipelago maddalenino, il più vicino territorio alla Corsica e, quindi, al continente italico da dove potrebbero essere giunti i primi abitatori in tempi molto remoti.

Le campagne offrono un numero praticamente infinito di ricoveri, le cosiddette rocce ‘a tafone’ ove sembra inverosimile che vivere al coperto.

La scarsità delle esplorazioni e la difficoltà obiettiva di studio non hanno ancora confermato l’ipotesi.

Inserisci il testo e premi invio per cercare